Prima della Scala, 16 minuti di applausi per Tosca

08 dic 2019

Fiori e coriandoli e 16 lunghi minuti di applausi per la Tosca di Giacomo Puccini. L'opera scelta per inaugurare la stagione lirica del Teatro La Scala. il maestro Riccardo Chailly ha portato in scena la primissima del 14 gennaio del 1900, facendo così conoscere al pubblico pagine di straordinaria bellezza. Una decisione che ha richiesto grandi voci come quelle di Francesco Meli, Luca Salsi e di Anna Netrebko, diva della lirica contemporanea nei panni di un'altra grande diva: Floria Tosca. Dopo il successo nell'Attila dello scorso Santambrogio Davide Livermore, torna alla regia e fedele all'opera originale, ci porta in un viaggio all'interno della partitura di Puccini. "Perché cosi com'è descrive perfettamente le azioni dei personaggi e i moti dell'anima. Siamo nella Roma del 1800, ma a rendere moderna l'opera è il movimento, quello che in scena ricorda il movimento delle telecamere e che fa di questo melodramma un thriller con tensione e suspence. Il classico caso di un'opera classicissima, dove il regista è riuscito ad aggiungere qualcosa senza farle male. Molto bello, molto cinematografico. Lui ha dei bellissimi mezzi perché ha delle scene stupende, le fa lavorare tanto, le muove tanto. Tradizione e modernità, ma anche grandi emozioni in questa Tosca che ha saputo stupire e commuovere, risvegliando attraverso la musica, le corde più nascoste dell'animo umano. La nostra sfida è nulla rispetto a Puccini nel 1900. Ha aperto un varco indimenticabile del nuovo secolo, nel gennaio del 1900, e ancora oggi emoziona, sorprende, e commuove profondamente la grandezza della sua musica. Lui ha fatto, è stato lui l'autore della grande novità. Un'opera da ricordare anche per i lunghissimi applausi che hanno accolto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.