Puglia, Emiliano: Foggia e Bari sono da zona rossa

19 nov 2020

A Barletta, gli uomini della brigata San Marco hanno quasi ultimato l'allestimento di questo ospedale da campo. La definizione esatta è posto medico avanzato e una volta pronto, funzionerà come un normale reparto Covid col quale si proverà ad alleggerire la pressione sull'ospedale Dimiccoli, ormai vicino al collasso, come tutte le strutture ospedaliere della provincia di Barletta Andria Trani. La situazione è quella che vede un trend in crescita costante dei numeri di contagio e anche delle richieste di ospedalizzazione, è un numero che ormai ha superato la quota dei 2800 contagi attivi e ci mette nelle condizioni di dover attivare, secondo le stratificazioni strategiche di gestione dell'emergenza che noi abbiamo fatto a livello aziendale, i diversi piani di operatività. Sono state proprio queste valutazioni a spingere il governatore Michele Emiliano, a chiedere la zona rossa per la più piccola e la più grande delle province pugliesi, quella di Foggia, dilaniata da numeri drammatici, che riguardano però, fa notare il sindaco, soprattutto il suo capoluogo. Foggia è un territorio che rappresenta uno dei territori più vasti d'Italia che è più grande della regione dalla Liguria e dalla regione Molise e quindi non è giusto che si vada a penalizzare un territorio come Subappennino, come la città del Presidente Conte Volturara Appula che ha zero contagi. Restano aperte intanto le scuole della regione. Lo ha deciso il Tar, respingendo il ricorso di Emiliano, ma senza toccare l'ultima discussa ordinanza del governatore, che ha voluto lasciare libertà di scelta ai genitori.

pubblicità