Putin a Roma, incontro con il Papa in vaticano

04 lug 2019

La prima volta a 50 minuti, la seconda a 70, questa volta non è andata meglio, e Putin si è presentato in Vaticano con oltre 60 minuti di ritardo. Partito dall'aeroporto di Fiumicino alle 13:15 con il suo corteo, arriva in Vaticano passando per l'Arco delle Campane. Papa Francesco incontra Putin nella Sala della Biblioteca nell'appartamento Pontificio. Fotografie e stretta di mano, prima di richiudere la porta e continuare l'udienza in forma privata. 55 minuti di faccia a faccia per un incontro arrivato alla vigilia di quello con l'Arcivescovo maggiore, i membri del Sinodo permanente e i metropoliti della Chiesa greco-cattolica ucraina, per affrontare la delicatissima situazione in quella zona. Proprio questo uno dei temi affrontati da Papa Francesco e Vladimir Putin dopo i saluti di rito, le foto e i convenevoli. Sul tavolo, oltre alla situazione in Ucraina, altri temi di attualità internazionale come la questione siriana o la situazione in Venezuela, fino ad arrivare ad alcune tematiche ambientali. Il primo incontro nel novembre 2013, il secondo nel giugno 2015; i temi in agenda molto simili. Nemmeno questa volta c'è stato l'invito in Russia, ma del resto era previsto. Con Papa Giovanni Paolo II due incontri (nel 2000 e nel 2003), uno con Benedetto XVI (nel 2007) e tre con Bergoglio. Nel precedente, 2015, un dono particolarmente simbolico del Papa a Putin, un medaglione che rappresenta l'Angelo della pace, che vince tutte le guerre e parla di solidarietà tra i popoli.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.