Rapporto Iss, in aumento casi fra under 12

27 nov 2021

I contagi da Covid occorrono velocemente, nel nostro paese, ma è la fascia di età inferiore ai 12 anni quella più colpita. E' scritto così nell'ultimo report dell'Istituto Superiore di Sanità che descrive l'aumento dell'incidenza dei casi in tutta la popolazione; nei bambini, secondo gli esperti, si sta registrando un'impennata di positivi. Dati alla mano nel periodo 8 21 novembre 2021 fra gli under 12 sono stati segnalati 31365 nuovi casi di cui 153 ospedalizzati e tre ricoverati in terapia intensiva. Anche il tasso di ospedalizzazione nei bambini sotto i 3 anni sta crescendo, mentre nelle altre fasce di età risulta stabile. Sebbene il 51% dei casi è stato diagnosticato nella fascia d'età 6-11 anni il 32% riguarda la fascia 12-19 anni e solo l'undici per cento e sei per cento rispettivamente tra i 3 e i 5 anni e sotto i 3 anni. Nel report si parla anche dell'efficacia del vaccino, a sei mesi dalla somministrazione la copertura contro i casi gravi scende dal 72% al 40%, ma resta alta nel prevenire i casi più preoccupanti della malattia. Secondo l'Istituto Superiore di Sanità, continua a restare alto il livello di protezione da parte del vaccino, per questo motivo è necessario che tutti si immunizzino e completino il ciclo vaccinale con la dose booster. Negli ultimi 30 giorni l'aumento dei casi di contagio tra i non vaccinati è stato quasi del 40% mentre solo del 2,6% fra i vaccinati oltre 64% dei ricoveri in terapia intensiva riguarda il non vaccinati e 44% dei decessi sono avvenuti tra coloro che non hanno ricevuto alcuna dose di vaccino, il tasso del non vaccinati in terapia intensiva è 12 volte più alto.

pubblicità
pubblicità
SCOPRI VOICE
SCOPRI VOICESCOPRI VOICE
Attualità, inclusion, sostenibilità, diritti. Raccontiamo il cambiamento, un video alla volta. Scopri Voice, il nuovo progetto editoriale di Sky Tg24
GUARDA ORA