Rassegna stampa

27 ott 2020

Rabbia in piazza, politica divisa, ci dice il Corriere, cresce la protesta contro le chiusure, scontri nelle città, da Milano a Catania, allerta del Viminale. Lite tra Renzi e Zingaretti, Conte sotto assedio, ora maggiore responsabilità, Mattarella che dice le restrizioni sono colpa del virus. E poi guardate sul Corriere della sera la lettera di Giuseppe Conte, del Presidente del Consiglio a Muti. Ecco perché, ecco il perché di questa scelta dolorosa, gentile maestro Muti, rispondo al suo accurato appello pubblicato ieri su questo giornale, e ne approfitto per condividere con lei e con i lettori alcune considerazioni. Le riflessioni mi toccano profondamente, non credo abbiano lasciato indifferenti i lettori. Lei ha ragione, la decisione di chiudere le sale di concerto e i teatri è oggettivamente grave, ma la situazione è grave, continua Conte. Dicevamo degli aiuti, i rimborsi e gli indennizzi, previsti aiuti fino al 200% della perdita, il decreto Ristori e poi Erdogan che attacca Macron, l'Europa si ribella. Ankara, musulmani trattati come gli ebrei durante l'Olocausto, l'ira di Angela Merkel. Seguiremo anche questa notizia. Virus di piazza e di Governo, la Repubblica, la seconda ondata, proteste in tutta Italia contro il Dpcm. Questa è piazza Castello a Torino, in foto-notizia. Scontri e negozi saccheggiati, a Torino, appunto, tensione a Milano e Napoli. Renzi, contesta il provvedimento va cambiato. Zingaretti replica è intollerabile stare nel Consiglio dei ministri e fare l'opposizione. Divisioni sul blocco dei licenziamenti. Ancora Baricco che dice il no ai teatri significa scappare. Poi a San Siro finisce 3 a 3, tra Milan e Roma, Ibra non basta, la Roma frena la fuga del Milan. Abbiamo la stampa, adesso, rivolta a Torino, assalto ai negozi. Affondo di Renzi, sul DPCM, Bellanova il paternalismo è dannoso. Conte non soffiare sul fuoco, mentre Erdogan provoca Macron e l'Unione europea, come i nazisti con i musulmani. Il Cile ha cancellato l'incubo di Pinochet, c'è la nuova Costituzione. Il Sole 24 ore si concentra sugli indennizzi per chi chiude, fino a 4 volte quelli del lock down, in Consiglio dei ministri il decreto legge da 6,8 miliardi per chi subisce danni dal Dpcm, risarcimenti automatici dall'agenzia delle entrate, finanziata anche la cassa integrazione. Da nord a sud crescono proteste e scontri di piazza, preoccupazione del Colle. Preoccupazione anche degli statistici, 990000 contagi, dunque un milione di contagi se il Dpcm non va, lo scenario peggiore, impennata rapido della curva in 20 giorni.

pubblicità