Rassegna stampa breve del 16 novembre

16 nov 2020

Eccoci con le prime pagine dei quotidiani di oggi. Vediamo subito il Corriere della Sera: “Le misure per famiglie e aziende”, “Virus, superata la soglia delle 45 mila vittime”. Poi Miozzo, del comitato tecnico-scientifico, che dice: ridurre le aspettative per il Natale. Repubblica decide di aprire con gli Stati generali dei 5 Stelle e dice che il movimento diventa un partito. Oggi intanto ci ricorda anche Repubblica: “Arriva la manovra, il deficit cresce di una cifra tra 15 e 20 miliardi”. Il Sole 24 Ore apre con la nuova cassa integrazione che parte da oggi, ma ci sono ancora ritardi per oltre 500 mila addetti. Sulla Stampa, in apertura invece un'intervista al Ministro della Salute, Speranza, che dice: “Le zone rosse funzionano, le regioni ci ringrazieranno”. Vaccino per tutti solo nella seconda metà dell'anno prossimo, dice Speranza. Poi il Messaggero: “Vaccini falsi sul web, l'allarme dell'Interpol”. E poi: “Lavoro femminile, ecco gli aiuti”, che dovrebbero arrivare nella manovra”. Il Giorno: “Ecco la prova: i contagiati sono milioni”. Il riferimento è una ricerca dell'Istituto dei tumori di Milano su vecchi campioni di sangue che ci dicono che in Italia il Covid circolava già nell'estate del 2019. Il Giornale: “Piano salva-Natale”, l'emergenza economica e poi “Contagi e ricoveri, la curva torna a salire”. Il Fatto Quotidiano: “Movimento 5 Stelle, dalle botte alla tregua”. Bona fede che dice: “Niente correnti”. Diamo uno sguardo anche alla Verità: “Soldi per Arcuri e l'Istituto Luce. Alle piccole imprese invece solo schiaffi”. Sono disastri di Stato secondo La Verità. “Tanti scienziati, poca scienza” è l'apertura di Libero, con le parole di Zangrillo, che dà le pagelle ai telemedici. Li chiama così Libero. Poi Il Domani: “Il Congresso non basta: Cinque Stelle ancora senza leader e senza idee”. Per concludere, diamo uno sguardo anche alla Gazzetta dello Sport. In apertura “Schumilton”, cioè Hamilton, il pilota inglese, che trionfa ed è nella leggenda, raggiunge Schumacher, 7 volte campione del mondo, dopo la vittoria in Turchia. E poi in primo piano sulla Gazzetta dello Sport anche “Felicitalia”. La vittoria degli azzurri contro la Polonia al Nations League”.

pubblicità