Relazione Dia, emergenza Covid aiuta economia criminale

22 set 2021

È sempre il Covid a dettare legge sul piano globale, con il suo impatto sulla salute e sul sistema economico. L'emergenza sanitaria è stata un'occasione di espansione dell'economia criminale. L'emergenza sanitaria Covid-19 ha prodotto effetti devastanti sulla salute delle persone, ma anche sulla tenuta del sistema economico, generando una situazione che offre opportunità di espansione alla criminalità organizzata nel suo complesso, questa la premessa della relazione semestrale al Parlamento, sull'attività svolta dalla Direzione Investigativa Antimafia, la DIA, da qui la necessità di monitorare l'evoluzione della situazione, cercando di intercettare i segnali, sintomo dei tentativi delle organizzazioni mafiose, di rilevare le imprese in difficoltà finanziaria, praticando una sorta di Welfare criminale, tramite forme di assistenzialismo a privati e imprese in difficoltà, come strumento per incrementare il consenso sociale e il controllo del territorio. La relazione esamina dal punto di vista strutturale e organizzativo, la criminalità organizzata calabrese, la 'Ndrangheta, che nel periodo considerato, risulta sempre più attiva nel condizionamento, da sempre propenso ad azioni filantropiche nei confronti di famiglie in difficoltà. Per dirla col Procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, la 'Ndrangheta si propone come benefattrice di chi ha bisogno: i poveri.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast