Riaperture, tutte le novità contenute nel nuovo decreto

18 mag 2021

La decisione di allentare le restrizioni anti Covid per far ripartire tutta una serie di attività alla fine è arrivata. A cominciare dal coprifuoco a cui diremo addio con gradualità attraverso tre passaggi . Il nuovo decreto riaperture, infatti, prevede già domani, 19 maggio, la possibilità di rientrare a casa un'ora dopo, alle 23. Dal 7 giugno le lancette si sposteranno avanti di un'altra ora, con il rientro fissato a mezzanotte. Dal 21 dello stesso mese la misura, dopo sei mesi e mezzo, verrà definitivamente cancellata. Arriva una svolta anche per bar e ristoranti, tra due settimane infatti sarà possibile mangiare e bere anche all'interno dei locali. Si tornerà così, tra le altre cose, anche a consumare il caffè al bancone. Cambiamenti previsti anche per le feste di matrimonio e più in generale per le cerimonie religiose e civili, dal 15 giugno saranno consentite anche al chiuso, rispettando però alcune regole piuttosto stringenti: gli invitati, infatti, dovranno avere la cosiddetta certificazione verde, ovvero un certificato di avvenuta vaccinazione o guarigione rilasciato nei sei mesi precedenti alle nozze, in alternativa l'esito negativo di un tampone eseguito nelle 48 ore precedenti alla cerimonia. Altro capitolo: i centri commerciali torneranno ad aprire nei fine settimana, tra pochi giorni, il 22 maggio. Per quel che riguarda le palestre, invece, il via libera per la riapertura scatta due giorni dopo, il 24 maggio, una settimana in anticipo rispetto a quanto deciso nel vecchio decreto. Per le piscine, invece, si dovrà aspettare fino al primo luglio. Infine dal 15 giugno riapriranno anche i parchi divertimento. Chi ancora non ha una data certa sono i locali da ballo, per le discoteche ancora rimangono sospese le attività, difficile dire fino a quando.

pubblicità
pubblicità