Ristoratori romani chiedono chiarezza su apertura feste

16 dic 2020

Ecco le distanze che adottiamo nel nostro locale. Sono del tutto sicure. Si può pranzare con tutta tranquillità. I ristoratori romani ci sperano. Sfumata la possibilità di rimanere aperti la sera della vigilia puntano sul pranzo di Natale. In molti locali i tavoli sono già tutti prenotati, ma il rischio di nuovi provvedimenti restrittivi durante le festività preoccupa e non poco. Attualmente non conosciamo ancora se saremo aperti o chiusi a Natale e questo è un gran problema, perché abbiamo già tantissime prenotazioni e noi siamo l'ultimo tassello di una filiera importante di produttori del Lazio e di questo passo sicuramente non potremo rimanere aperti nel prossimo futuro. A Roma, per parlarci chiaro, rischiano di chiudere 4 5000 imprese. Il dato nazionale è che stiamo perdendo circa 35 36 miliardi di euro, nelle città una flessione del fatturato dell' 80, addirittura 90% è il rischio di chiusura a livello nazionale è di 60000 imprese. Trecentomila persone che rischiano di perdere il posto di lavoro, i nostri locali sono sicuri, dicono i ristoratori che ribadiscono: "la crisi che ha colpito il settore a causa delle misure adottate per contrastare l'avanzata della pandemia rischia di creare danni irreversibili Lle nostre attività, le nostre aziende hanno fatto degli acquisti in base alle prenotazioni ricevute, anche molte importanti. Adesso lo Stato di nuovo ci tratta come un interrutore da accendere e spegnere a piacimento. Noi aspettiamo le notizie, speriamo presto perché non possiamo vivere così, sempre con la cosa si, no, no si. In attesa delle ulteriori decisioni che verranno prese dal Governo molti ristoratori si stanno organizzando proponendo piatti pronti da consegnare a casa o da ritirare nel locale. Il delivery e l'asporto sono un palliativo. Cerchiamo di sopravvivere in questo periodo un po' complicato, comunque abbiamo pensato a delle proposte per il Natale per le feste con dei piatti da completare a tavola direttamente a casa. ecco il nostro antipasto: sashimi di salmone selvaggio, una burratina, un'emulsione di olio al bergamotto, e una leggera affumicatura live.

pubblicità
pubblicità