Roma, bimbo muore in auto: Procura indaga su traffico

11 apr 2019

Chi passava da lì al momento della tragedia ha parlato di una scena terribile, con il corpo del bimbo coperto sul marciapiede e i vigili sconvolti. Erano circa le 8:00 del mattino e il bambino di 11 anni era in macchina con la mamma e la zia sulla Cristoforo Colombo, arteria cruciale che collega il litorale romano al centro città. Lo stavano accompagnando al Bambino Gesù per una visita, perché nella notte era stato male. All'improvviso un nuovo malore. Fermata l'auto, le donne sono scese urlando e allertando una pattuglia della Polizia locale, che ha chiamato il 118. Quando l'ambulanza è arrivata però non c'era già più niente da fare e nonostante i 30 minuti di tentati soccorsi, il bambino era già morto. Si parla di una crisi respiratoria, forse dovuta a una allergia, il piccolo pare ne soffrisse da tempo. La Procura ha però aperto un fascicolo per omicidio colposo. Bisogna accertare se ci siano stati ritardi. Il traffico della zona sud della città e soprattutto della via Colombo, proprio a quell'ora era in tilt. Nel quartiere dell'Eur fervono, infatti, i preparativi per la Formula E di sabato e alcune strade sono state chiuse. Le vie di collegamento alla costa erano dunque congestionate, con auto ferme anche 3 ore per percorrere poche decine di metri. Il Codacons presenterà un esposto, perché i magistrati verifichino se, appunto, il traffico abbia influito su eventuali ritardi nei soccorsi. L'ambulanza è arrivata in 7 minuti, fa sapere l’Ares 118, scortata da un mezzo dei vigili, senza i quali, dice l’Assessore regionale alla Sanità D’Amato, i disagi alla viabilità avrebbero potuto causare ricadute negative sulla tempistica. Se però queste ricadute ci siano effettivamente state o no e se abbiano inciso, appunto, sulla morte del bambino lo si potrà stabilire solo con le indagini a partire dall’autopsia che è stata già disposta dalla PM titolare.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.