Roma, le stazioni di posta che ospitano i senza tetto

04 dic 2020

Si chiamano stazioni di posta e sono strutturate come centri di accoglienza multifunzionali, luoghi di primissima accoglienza e inclusione sociale, una casa per i senzatetto che causa del covid soffrono di più e sono di più. Qui si offre e supporta persone senza dimora in condizioni di estrema vulnerabilità e emarginità sociale. Quello delle stazioni di poste è un progetto finanziato da Roma capitale, in questo caso la struttura che vedete alle nostre spalle è gestita dalla Caritas e ospita 30 fissa dimora. Offrono diversi servizi, da pranzo, cene, alloggio, kit igienici, indumenti di riuso, tutta una serie, le persone possono ricevere anche la posta, quindi tutta una serie di servizi che consentono ch le persone in situazioni di fragilità estrema di poter avere un approdo dove rifocillarsi in senso generale e poi ripartire, quindi, abbiamo investito quasi 800000 euro. 30 posti di accoglienza diurna e notturna, più uno sportello sociale per offrire informazione, orientamento, kit igienici e supporto in rete. Noi abbiamo messo qui tutti quelli che sono gli strumenti, tavoli, cavalletti per la pittura, qui verrà una palestra, pensiamo, però vediamo loro, quello che è per loro l'idea di occupazione del tempo insomma, cioè di che far morire un po' quella noia o quel perditempo giornaliero con cose un poco più.

pubblicità