Rsa Nord Italia il punto dei Nas sull'inchiesta

05 mag 2020

Finora quali sono le inadempienze maggiori che avete trovato all'interno delle Rsa? Dal punto di vista statistico ne potrei nominare tre. La prima è la sproporzione tra gli ospiti ricoverati e il personale sanitario presente presso la struttura di riferimento; la mancanza di dispositivi di protezione come le mascherine o i grembiuli nei confronti degli operatori sanitari che svolgevano questo tipo di attività nelle Rsa di supporto e il terzo punto le carenze infrastrutturali di alcune Rsa o comunque case di cura per anziani, a seguito di queste carenze infrastrutturali l'impossibilità di movimentare o isolare un numero rilevante di ospiti positivi e che quindi non riuscivamo a gestire questo tipo di movimento. Qual è invece la regione del nord Italia in cui avete trovato i problemi più gravi? Da questo punto di vista potremmo dire che sicuramente come accessi e come valutazioni la Lombardia per noi è il focus principale, alcune aree della Lombardia e alcune aree del Piemonte. Quindi direi che in queste due regioni stiamo cercando di mettere maggiore occhio perché maggiore è stato l'impatto del virus all'interno di queste strutture negli ambiti regionali. Comandante bisognava fare più tamponi? Questo è uno degli elementi che è sotto accertamento da parte dei nostri militari nell'ambito delle varie attività che svolgiamo. Sicuramente sì, ma anche lì dovremo capire quali sono stati i meccanismi organizzativi che non hanno consentito la possibilità di poter far questo numero di tamponi che avrebbe potuto verosimilmente ridurre l'esposizione al rischio.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast