Scandali sessuali, in Italia accuse di molestie nel cinema

11 nov 2017

Palpeggiamenti, violenze, aggressioni. L’onda degli scandali sessuali negli Stati Uniti è diventata uno tsunami in tutta Europa e anche oltre. In Italia, il Sexgate si è concentrato nel mondo del cinema. I sospetti sono caduti sul regista premio Oscar Giuseppe Tornatore, accusato di molestie da Miriana Trevisan, showgirl di Non è la Rai, Striscia la notizia e la Ruota della fortuna. La donna racconta di un incontro di 20 anni prima, in cui avrebbe subito palpeggiamenti aggressivi, ma il regista smentisce e si riserva di andare per vie legali. Anche il regista Fausto Brizzi, autore di Notte prima degli esami, Maschi contro femmine e di cinepanettoni di Natale è accusato da alcune protagoniste di film e serie tv di averle molestate o addirittura violentate. La denuncia è avvenuta durante una puntata delle Iene, in cui alcune attrici hanno parlato di aggressioni. Poi, sui social network il nome di Brizzi ha cominciato a circolare: “Mai e poi mai, nella vita, ho avuto rapporti non consenzienti o condivisi”, ha dichiarato il regista, aggiungendo che procederà in ogni opportuna sede nei confronti di chiunque affermi il contrario. In via precauzionale ha deciso di sospendere tutte le attività lavorative ed imprenditoriali. Lo scandalo blandisce anche il celebre Nanni Moretti. Suo fratello Franco, professore emerito a Stanford, e accademico molto conosciuto negli Stati Uniti per gli studi letterari, è accusato da un’ex studentessa di un episodio di stupro avvenuto nel 1985, quando lei era specializzanda all’Università di Berkeley e lui era il suo docente. Moretti replica che sono accuse false e che il rapporto fu consenziente.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.