Scienza e impresa, a Milano esposti 171 brevetti italiani

06 mag 2019

Immaginiamo un temporary shop dei brevetti. Immaginiamo che in vetrina ci sia il meglio dell'innovazione nostrana sviluppata in ambito pubblico, in attesa che qualcuno la industrializzi. È la prima edizione di Innova Agorà vera e propria piazza degli inventori, ricercatori delle università e dei centri di ricerca. La ospita Milano, il Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci. Una piazza di scambio, quella organizzata dal CNR, con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, un luogo fisico dove far incontrare domanda e offerta di sviluppo, davanti a ben 171 brevetti esposti. Un brevetto diventa un’opera industriale nel momento in cui ci c'è la possibilità di avere un contatto fra l'inventore del brevetto, il brevetto che venga spiegato all'industria, l’ industriale che ne capisca l'importanza e che abbia voglia di investire, oppure, ancora meglio, che si riesca a fare un collante, diciamo, fra i due partner con persone che hanno voglia, come dire, di investire. C'è un po' di tutto, da chi trasforma gli scarti delle centrali a carbone in un minerale utile in agricoltura, a chi salva i dipinti medievali con una teca protettiva che mantiene il microclima ideale, fino alle invenzioni utili nella vita quotidiana. Abbiamo inventato un metodo che autentica effettivamente il contenuto e la purezza degli alimenti che noi consumiamo, quindi è un metodo che è antifrode, è anti sostituzioni rivela le contaminazioni e come tale è a beneficio sia del consumatore, per ovvi motivi, ma anche del produttore che rilascia un prodotto che è garantito nella sua composizione. E non è certo un caso che tutto questo avvenga a 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, un modo per ricordare il genio e il suo metodo. Il risultato del suo pensiero e della sua opera è anche frutto dell’essere lui uomo dei tempi, uomo di un Rinascimento, da cui ha ricavato esperienze e conoscenze e competenze che gli hanno consentito di lasciarci un messaggio molto importante non soltanto per il risultato intellettuale, ma anche per il metodo che è quello del confronto e del dialogo.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.