Sciolto sangue San Gennaro, in omelia preghiera per Samuele

19 set 2021

"Il sangue si è sciolto". Si ripete il prodigio del sangue di San Gennaro. Con un lungo applauso, dopo l'annuncio dell'Arcivescovo di Napoli, Monsignor Domenico Battaglia. Presenze contingentate per il Covid, per quanto possibile, ma la partecipazione popolare è sempre molto numerosa. Un momento importante per la città riunita intorno al suo rito più sentito, durante il quale Don Battaglia ricorda la bellezza dolente di Napoli, il sangue degli innocenti, il necessario impegno anticamorra e contro le clientele nella politica prossima alle elezioni amministrative, un pensiero per gli operai Whirlpool, riuniti per un'iniziativa in fabbrica proprio nel nome del Santo e un pensiero per chi soffre la mancanza di lavoro. "Dal fuoco della grande montagna vesuviana, che ricorda con severa discrezione ai figli alle figlie della città che le proprie radici sotterranee sono luminose e incandescenti. Nessun dolore, nessuna fatica, nessuna crisi sociale potrà mai spegnerle. Napoli città di fuoco è una parabola Pasquale, un racconto perenne di morte e resurrezione nella certezza che tutto passa, tutto passa ma solo l'amore resta". L'arcivescovo chiede poi ai fedeli una preghiera per Samuele, il bimbo morto dopo essere precipitato dal balcone. Terribile vicenda per la quale è accusato un 38enne. "Io mi sono recato a casa di Samuele perché sentivo il bisogno di abbracciare Carmen e Giuseppe, i genitori di Samuele. Chiedo per questi genitori, giovani, una preghiera, perchè hanno bisogno di questa preghiera e della nostra vicinanza".

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast