Scontri Roma, convalida fermi: arrestati interrogati dal gip

14 ott 2021

Gli indagati per gli scontri di sabato a Roma, potrebbero salire a più di 30. I Carabinieri hanno depositato, all'attenzione dei magistrati, un'informativa in cui sono state identificate e denunciate, altre 24 persone. L'accusa per tutti è di resistenza e violenza, aggravate in concorso e manifestazione non autorizzata. Almeno 15 di loro, avrebbero fatto parte del gruppo che ha assaltato la sede della CGIL. Giuliano Castellino, leader di Forza Nuova, considerato anima della protesta, non doveva essere in Piazza del Popolo ad aizzare la folla No-Green Pass. Era sottoposto a Regime di Sorveglianza Speciale dallo scorso gennaio, misura ripetutamente violata. Per questo, lo scorso agosto, la Procura di Roma aveva chiesto il suo arresto. Un soggetto che dimostra il totale disprezzo per le regole del vivere civile, si legge nella richiesta, una richiesta che venne respinta dal GIP. Insieme col fondatore di Forza Nuova, anche lui in carcere, è accusato di devastazione e saccheggio, istigazione a delinquere, resistenza a Pubblico Ufficiale, violazione del domicilio. Reati aggravati dalla finalità dell'eversione, rischiano dagli 8 ai 15 anni di carcere. Per I magistrati, Castellino avrebbe incitato i manifestanti a dirigersi verso la CGIL, dopo il fallito tentativo di raggiungere Palazzo Chigi e il Parlamento. E già si preannuncia un altro venerdì caldo, con un'altra protesta contro l'obbligo del Green Pass.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast