Scuola, a Torino studenti in piazza contro la Dad

30 nov 2020

C'è chi si riscalda con una tazza di cioccolato bollente, chi aspetta un'interrogazione, chi combatte con la commissione. tutti seduti sui lastroni freddi di Piazza Castello, davanti alla sede della regione, perché il Piemonte da domenica ha lasciato la zona rossa per entrare in quella arancione, quindi le seconde e terze medie sarebbero potute tornare in classe. Invece il Presidente Alberto Cirio ha deciso anche per loro di prolungare la didattica a distanza fino al 23 dicembre. E ad Anita ed Elisa, 12 anni, studentesse della II E della scuola Italo Calvino di Torino che per prime, tre settimane fa, hanno cominciato la protesta, questa decisione proprio non è andata giù. Mi sono arrabbiata e sentivo molto presa in giro perché il giorno prima il presidente era sceso, ci aveva fatto i complimenti e aveva detto che lunedì forse potevamo tornare a scuola e invece il giorno dopo leggiamo sul giornale che non torniamo a scuola. Quando avete visto tutte queste persone domenica in giro per Torino per fare acquisti, cosa avete pensato? Delusione pura. La scuola no, ma shopping natalizio sì, è un po' vergognoso secondo me. Consapevoli di quali mezzi abbia per manifestare il suo dissenso anche Malia, 16 anni, studentessa del liceo Gioberti. Io fra un anno e mezzo voterò, ci sono alcuni ragazzi che stanno protestando del liceo che già votano e diciamo che ci ricorderemo di tutto quello che non è stato fatto per noi in questo periodo. Accanto a questi ragazzi ci sono i genitori, ma anche molti insegnanti, appoggiano la loro protesta. Sono innamorati della scuola e del sapere e noi adulti gli stiamo dicendo "voi non ci interessate". Alberto Cirio ha risposto che la sua è stata una decisione sofferta, ma doverosa. Da quando è cominciata la dad a inizio novembre sono calati molto i contagi nei più giovani, come mostra questo grafico ha aggiunto il governatore, che ha concluso: "sarebbe irresponsabile riprendere ora e portare in famiglia il virus ai nonni per Natale".

pubblicità