Scuola e pandemia, l'indagine di Sos Villaggi dei bambini

20 nov 2020

Politiche e scienziati si interrogano da settimane su quanto le scuole stiano influendo sulla curva dei contagi, e mentre discutono in un'Italia divisa tra colori e polemiche, la giornata mondiale dell'infanzia offre l'occasione ai diretti interessati di dire finalmente la loro. Il coro è unanime, tornare tra i banchi non è mai stato così bello. Ad interrogarli sos villaggio dei bambini, l'organizzazione che da 70 anni sostiene bambini e ragazzi privi di cure familiari o a rischio di perderle e le percentuali dell'indagine commissionata a Ipsos lasciano pochi spazi a dubbi. Il primo dato che emerge è questo, 9 bambini su 10, il 90% del campione è intervistato, sono stati contenti di ripartire dopo lunghi mesi di lock down, il 70 % ha compreso e ha aderito alle misure di sicurezza, seppure stringenti e altre 7 bambini su 10, il 76% nonostante il Covid a scuola si sente al sicuro, maggiore le preoccupazioni dei genitori, il 25% teme contagi tra le mura scolastiche, il 14% nutre paure per gli effetti sull'apprendimento della didattica a distanza, un dato colpisce sugli altri, infine, quello relativo alla mensa scolastica, per l' 11% delle famiglie intervistate il pasto consumato dai propri figli a scuola si conferma l'unico veramente completo della giornata, questo a causa delle difficili condizioni economiche che la pandemia ancora di più ha aggravato.

pubblicità