Sesto caso di meningite nel Sebino Basso Bergamasco

14 gen 2020

Sei casi di meningite nel giro di un mese e mezzo nel basso Sebino bergamasco. L'ultimo riguarda il marito della donna di 48 anni morta dieci giorni fa. L'uomo, un 54enne, è stato colpito dal tipo C del batterio, lo stesso ceppo che ha ucciso sua moglie e, a inizio dicembre, la studentessa diciannovenne Veronica Cadei di Villongo e causato la sepsi ad altre due persone, ora fuori pericolo. Il quinto caso, invece, un sedicenne, anche lui del Basso Sebino, è risultato avere il meningococco di tipo B. Sei casi, dunque, due mortali. Il marito della donna deceduta 10 giorni fa è stato ricoverato all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e non risulta in pericolo di vita. "Le fragili condizioni di salute dell'uomo hanno impedito che la profilassi sortisse gli effetti auspicati", fa sapere l'Assessore alla Sanità lombarda, Giulio Gallera, che ha anche richiamato l'attenzione sulla necessità per chi abita nella zona di farsi vaccinare. Nei prossimi giorni scuole pubbliche, ambulatori, aziende e medici di base del basso bergamasco saranno attrezzati per fornire a chiunque ne faccia richiesta il vaccino contro il meningococco.

pubblicità