Shoah, Segre: la sua ultima testimonianza

09 ott 2020

Io capisco che i ragazzi che vedono me oggi dicono “Questa qui è stata una ragazzina?”. Sì, sono stata anch’io. Sono stata anch’io, ero anch’io piccola, ero anch’io media, ero anch’io grande. Avevo la mia vita, la mia piccola vita ed è stata la mia piccola vita interrotta quella che in un giorno di settembre del 1938 mi ha fatto diventare l’altra. E quando uno diventa l’altro o l’altra, io sono una donna, l’altra, beh, c’è tutto un mondo intorno che ti considera diversa. Ti considera l’altra e questa cosa non è finita lì. Non è stata… Non è stato un periodo storico in cui io sono stata considerata l’altra, ma è durato sempre, io sono sempre l’altra.

pubblicità