Stretta su ristoranti e pub, chiusura anticipata alle 24

13 ott 2020

Stretta del governo sulla movida, fino al 13 novembre bar, ristoranti, pub, gelaterie e pasticcerie potranno effettuare servizi di ristorazione al tavolo solamente fino alle 24:00. É tutta una roulette russa, vediamo come va a finire, se i clienti accetteranno anche queste norme. Sono in realtà diciamo contenta di questa decisione presa, sperando che venga eseguita esattamente come è stata descritta. Qui siamo a Trastevere, una delle zone di Roma con il più alto numero di locali dove trascorre la serata, gli esercenti si dividono tra chi è preoccupato e chi meno. Io dico che per la ristorazione classica questo orario va più che bene. Un po' troppo assembramenti, troppi ragazzi che girano che non dovrebbero girare in teoria. Comunque quello che fanno ci castiga, c'è poco da dire. Il nuovo Dpcm stabilisce che, in assenza di servizio al tavolo, l'attività dovrà cessare alle 21:00. Restano consentite la consegna a domicilio e servizi di trasporto. Noi lo possiamo gestire dentro, ma fuori non ci possiamo prendere responsabilità della gente che gira fuori. Una delle conseguenze del nuovo decreto riguarda soprattutto i pub, i cui clienti spesso consumano all'aperto, fino a metà novembre non sarà più possibile dalle 9:00 di sera. Dopo una certa ora diciamo che perderemo tanto. Voi dopo le 11 lavoravate tanto? Si, i giovani escono alle 11:00 di sera. Il problema diventa quello, il problema è che diventano sempre più sceriffi, veramente, della situazione.

pubblicità