Stupro Roma, al vaglio foto scattate nel Factory

24 mag 2019

Ci sono delle foto al vaglio degli inquirenti scattate direttamente dal fotografo del Factory, la discoteca di Roma dove una ragazza ventunenne etiope sarebbe stata abusata da tre giovani nella notte tra sabato e domenica. Sono queste istantanee, in mancanza delle immagini delle telecamere di videosorveglianza che non erano in funzione, a poter fornire un aiuto nelle indagini se la ragazza riuscirà a riconoscere almeno un giovane con cui è uscita dal locale e che avrebbe dato il via allo stupro. Gli accertamenti della Squadra Mobile proseguono e sono stati sentiti anche molti ragazzi che erano in discoteca quella notte, possibili testimoni inconsapevoli di quello che sarebbe poi accaduto in uno sgabuzzino fuori dal locale, ma comunque, secondo quanto trapela, di pertinenza del Factory. Intanto la ragazza raccontò in un'intervista al Messaggero di non aver avuto la forza di parlare di quanto accaduto né ai familiari, né agli amici, profondamente scioccata e ferma nella volontà di lasciarsi tutto alle spalle, ma pronta a riconoscere quei tre che si sarebbero accaniti su una giovane estremamente minuta e timida, come l'ha descritta la stessa titolare del locale romano, che ha spiegato: “Quando è rientrata nel Factory era in lacrime. L'abbiamo soccorsa perché era disperata e non riusciva neanche a parlare”.

pubblicità
pubblicità