Taranto, 8 autisti indagati per violenza su disabile

25 lug 2021

Violenza sessuale aggravata dall'evidente disagio psichico della vittima. È pesantissima l'accusa contestata agli otto autisti dell'AMAT, l'azienda di trasporto pubblico di Taranto che, secondo quanto anticipato dalla Gazzetta del Mezzogiorno, per due anni avrebbero abusato di una ragazza oggi ventenne. Il PM che ha condotto le indagini ne aveva chiesto l'arresto ma il GIP ha ritenuto sufficiente imporre loro il divieto di avvicinamento alla ragazza e al fidanzato, che l'aveva convinta a sporgere denuncia. Una vicenda terribile quella che emerge dalle 100 pagine dell'ordinanza, che ripercorrono le minacce e gli abusi subiti dalla vittima e poi raccontati agli investigatori con l'aiuto di due psicologhe. Le violenze sarebbero sempre avvenute sui mezzi pubblici per i quali la ragazza aveva una vera e propria passione, tanto da trascorrervi a bordo molto tempo. Mezzi che a fine corsa venivano parcheggiati in luoghi isolati e appartati dagli autisti indagati, che hanno tra i 40 e i 62 anni, e sono stati ovviamente sospesi. Dalle indagini è emerso anche che già diversi anni fa la ragazza, appena quattordicenne, aveva subito violenze da un vicino di casa, poi condannato in via definitiva.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast