TechForCare la piattaforma delle invenzioni ai tempi del Covid

12 mag 2020

Maker Faire, la Fiera dedicata alle invenzioni, organizzata dalla Camera di Commercio di Roma, quest'anno potrebbe traslocare dai padiglioni della Fiera a quelli virtuali del web. Se e nel caso il virus ci dovesse condizionare su questo e farla remota, non sarà per noi un problema perché proprio Maker Faire è abituata ad utilizzare le nuove tecnologie ed arrivare in tutto il globo con le sue manifestazioni, le sue invenzioni e i suoi stupendi protagonisti. Quest'anno nasce Take for Care, una piattaforma open source, dove si raccoglie una selezione di risorse, soluzioni, tecnologie, macchine intelligenti e robot per contrastare l'epidemia e i suoi effetti. Un punto di incontro della comunità degli inventori, come Antonio Bitti, Presidente Airim e senior scientist all'IIT di Genova, che sta lavorando sul braccio bionico reale e che presenta questo robot realizzato con componenti già disponibili, come tablet, è robot per pulizie che funge da motore per applicazioni innovative. Di fatto, è un robot semplice che può muoversi in un ambiente come quello di una casa di riposo o di un ospedale e portare immagini dall'esterno al paziente e viceversa. L'obiettivo principale della piattaforma è organizzare, coordinare e condividere progetti e prototipi, come succede ad una fiera, dove ci si incontra e si parla dei prototipi con altre persone del settore o possibili investitori, però, questa volta, il tutto avviene non di persona. L'importante è censirli, metterli tutti insieme per creare dei prodotti per quanto riguarda l'assistenza sanitaria alle persone in difficoltà. I progetti sono così accessibili e disponibili a tutti. Gli operatori possono segnalare le loro esigenze, i centri di ricerca, i makers, gli sviluppatori, gli ingegneri e i professionisti hanno l'opportunità di contribuire caricando i progetti. Come ha fatto Carmelo De Maria, che ha aiutato l'inventore a trasformare la sua idea in un presidio sanitario certificato. Un infermiere che ha trovato, come idea, quello di utilizzare i filtri, che si usano nei ventilatori polmonari, come filtro che fosse in grado di filtrare le particelle nanometriche, come quelle dei virus, da utilizzare come filtrante facciale. Pian piano sono state messe insieme l'entusiasmo dei makers, la loro voglia di innovare, la competenza dell'Università, il tutto mescolato insieme, all'interno di una piattaforma come quella di un Ubora, che proprio consente questo tipo di sviluppo. Take for Care è stato praticamente l'acceleratore di questo processo.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast