Terremoto Albania, continuano gli scavi a Durazzo

27 nov 2019

Noi siamo a Durazzo, dove - lo vedete - chiaramente si continua a cercare, ma quando entrano in azione i mezzi meccanici le speranze vuol dire che sono quasi minate. Il contatore delle vittime purtroppo si aggiorna, e si aggiorna attualmente a 24. Questo è il dato ufficiale che viene direttamente dal Ministero dell'Interno, Raffaella. C'è già qui chi parla di 28 perché in questo palazzo alle nostre spalle, qui a Durazzo, si cercano quattro bambini, e ci sono i familiari, tra l'altro, qui a ridosso proprio delle macerie. Però, quattro bambini che chiaramente non hanno dato nelle ultime ore alcun segnale. Mentre ieri, per esempio, abbiamo raccontato - l'abbiamo fatto in diretta - le indicazioni con le voci flebili che arrivavano da sotto le macerie di un altro palazzo, da qui è stata estratta viva una donna, che però aveva perso sua figlia, sua figlia di otto anni, che era con lei. Insomma, è un disastro, Raffaella, ma in particolare in alcune parti di Durazzo, perché, da quello che vi abbiamo raccontato anche con le immagini che abbiamo inviato già da ieri, è come se ci fosse stato un missile di precisione che avesse colpito alcuni palazzi, perché poi tutto il resto è su. Ci sono otto – nove palazzi che sono crollati e si sono sbriciolati, esattamente come questo che è alle nostre spalle. Sono tantissimi gli sfollati, sono oltre 2000, molti hanno dormito per strada, la nostra Protezione civile è già al lavoro da ieri, dalle prime ore del pomeriggio, perché stanno allestendo una tendopoli all'interno del campo sportivo di Durazzo, che sarà in grado di ospitare diverse centinaia di persone. E poi bisognerà partecipare anche - lo farà anche la nostra Protezione civile con i vigili del fuoco, quindi tutto il sistema di protezione civile - alla stabilità degli edifici, che è un momento importante. Sarà una giornata, insomma, di durissimo lavoro, con una conta dei dispersi che non è fissata in un numero, Raffaella, ma, da quello che siamo riusciti a capire ieri sera, anche parlando con il Presidente albanese Ilir Meta, dovrebbe aggirarsi ancora intorno a una decina di persone tra qui e l'altra città nei pressi di Tirana, Thumana, dove si sta continuando a cercare, e la ricerca potrebbe essere intorno alle quattro - cinque persone che mancano ancora all'appello, quindi in totale una decina, tra 10 e 15 in sostanza.

pubblicità