Terza dose, la fiducia di Antonio nella scienza

20 set 2021

Antonio, 83 anni, aspetta con un sorriso, mentre ha in corso la dialisi, la sua terza dose di vaccino. Firma il consenso con la leggerezza di chi ha ben altre prove da superare. "Oggi lei farà la terza dose di vaccino, ha un po' di preoccupazione?" "No, per il vaccino no. Magari devo andare mercoledì a Torregalli a farmi un altro interventino, quello mi dà più fastidio". Sono 50.000 i pazienti superfragili in Toscana che avranno una terza dose: immunocompromessi, trapiantati, dializzati. 44 quelli programmati nella prima giornata all'ospedale Santa Maria Annunziata. "Ha già fatto?" "Tenga premuto, s', sì, ecco". "Meno di niente". "Ora torno a metterle il cerotto". "Fanno una dose analoga a quelle che sono state somministrate nelle due precedenti. È una dose booster, una dose di richiamo, che serve appunto a dare una spinta all'immunità". "Noi abbiamo fatto un'indagine nostra interna e su quasi 400 malati che abbiamo testato solo il 20% aveva una quantità di anticorpi sufficienti per essere protetti". Nel reparto di emodialisi c'è serenità. Se i medici sono quelli che ti salvano la vita ogni giorno, la fiducia nella scienza e nella medicina non lascia spazio al dubbio. "Il primo dottore che mi si avvicina, mi fido io. Magari a casa mi dicono: ma domanda...mi fido ciecamente della scienza".

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast