Torino, droni per la consegna di merci pesanti

18 feb 2021

Queste sono le prime immagini della sperimentazione del progetto "Sumeri si parte" targato Leonardo e ideato per il trasporto di merci pesanti. Un drone di 130 chili a propulsione elettrica si alza in volo e disegna una rotta sulla città. Qui siamo a Torino, unico centro urbano in Italia in cui si sono fatti i test autorizzati dall'ENAC, l'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile. Sotto la pancia del drone vediamo il contenitore: quel trapezio giallo in cui vengono inseriti i pacchi da consegnare. Il collaudo è stato tarato sui 25 chili come si legge, ma potranno essere trasportati carichi anche molto più pesanti. nell'ordine di qualche quintale. - Questo tipo di sistema permetterà di consegnare tutti i tipi di merci che possiamo acquistare sull'ecommerce, merce di uno due chili che vengono lottizzati in questi carichi da circa 50 chili, per essere poi portati al centro della città senza andare a usare ingombrare, inquinare le città con i camion e altri mezzi. Questo permette di arrivare per vie alternative, l'ultimo miglio viene sempre demandato al postino corriere, cosi come oggi avviene. Quindi il drone, pilotato da remoto, preleverà le merci da un centro di smistamento fuori città, in un aeroporto ad esempio, e le consegnerà in un altro centro, ma all'interno dell'area urbana fino a coprire una distanza di 50 chilometri. Quando potremo vedere questi droni operare nei cieli delle nostre città realisticamente? Entro cinque anni dovremo essere in grado di avere dei servizi logistici con questo tipo di drone. I vantaggi sono che sono totalmente neutri essendo elettrici, sono veloci, permettono di essere più precisi nella velocità di consegna a un determinato cliente e permettono di evitare soprattutto che una serie di camion importanti vengano in centro città a creare inquinamento, a creare ingorghi e a usurare le nostre strade, assicurando quindi l'arrivo della merce rendendo la strada al cittadino e al lavoratore.

pubblicità
pubblicità