Torino, già al lavoro il neosindaco Stefano Lo Russo

19 ott 2021

Il ballottaggio è un ricordo, Stefano Lo Russo il nuovo sindaco di Torino è già al lavoro nel suo ufficio, la priorità ora è mettere a punto la squadra da presentare lunedì per guidare la città nei prossimi cinque anni. "Sarà una giunta a trazione femminile, con una maggioranza di assessori donna, un vicesindaco donna, io credo che il Centrosinistra debba, da questo punto di vista, dare un segnale importante e sarà una giunta di persone competenti, motivate e dedicata alla città". 46 anni professore ordinario di geologia al Politecnico di Torino, origini pugliesi nato e cresciuto in Piemonte, Lo Russo si definisce un sindaco costruttore. "La ripartenza economica è l'emergenza vera della città. Noi dobbiamo essere interpreti di una stagione di sviluppo per costruire posti di lavoro, che è quello che serve alla città". "Come si riduce il debito di Torino?" "Si riduce continuando le politiche virtuose di risparmio, ma soprattutto invertendo il trend con investimenti importanti, in questo senso il PNRR del Governo Draghi sarà un importante veicolo per investimenti nella nostra città". 168.997 voti, quasi 29.000 più del primo turno e 20 punti di distacco a Paolo Damilano, l'imprenditore che oggi lamenta il disimpegno dei partiti di Centrodestra che lo hanno appoggiato. "A me sembra che Paolo Damilano sia stato capace comunque di attivare nella città una partecipazione civica importante, sarebbe utile che questa partecipazione civica importante non venisse consegnata alla destra sovranista di Lega e Fratelli d'Italia, ma desse una mano alla costruzione di un progetto di città. Io credo che ci siano tutte le condizioni per avviare un dialogo proficuo nell'interesse dei cittadini. Il nuovo sindaco ha fretta. Presentazione della giunta il 25 ottobre, insediamento entro fine mese, passaggio di consegne con Chiara Appendino tra qualche giorno, sua grande avversaria in sala Rossa, celebri alcuni scontri dialettici tra loro, oggi ne parla così: "Sicuramente la sindaca Appendino è stata una brava sindaca per quello che riguarda il tema dei diritti civili e come ho avuto modo di dire contiamo di andare avanti su quella direzione. L'errore più grave, io ho espresso forti critiche, farei fatica a individuarne uno in particolare".

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast