Trasporto pubblico, il futuro della mobilità urbana

14 dic 2021

10 miliardi di euro di fatturato, 124 mila addetti e impiegati, una flotta di quasi 50 mila mezzi, in Italia il trasporto collettivo sostiene lo sviluppo economico e la connettività dei territori. Il Covid ha modificato drasticamente le abitudini di mobilità degli italiani causando la contrazione della domanda di trasporto fino al 90% rispetto ai valori normali durante il lockdown e circa 2 miliardi di euro di perdite l'anno. Il futuro della mobilità verso sostenibilità, digitalizzazione, transizione ecologica, passa per la via della riforma del TPL. "Tutto il sistema va ripensato anche grazie alla digitalizzazione, alla possibilità d'integrare servizi di natura diversa, ma il Governo proprio pensa a una riforma organica del trasporto pubblico locale, in un'ottica di trasformazione. E qui abbiamo un interesse forte anche delle aziende di trasporto locale, perché anche loro si rendono conto della necessità di fare un salto, che non è solo la sostituzione ... ma è proprio un ripensamento ... ". Il PNRR prevede un investimento di 8,5 miliardi di euro per un trasporto urbano più sostenibile, con attenzione soprattutto al trasporto collettivo. Bisogna ripensare gli spazi urbani, considerando le nuove abitudini di lavoro e di vita, un quarto degli italiani infatti lavora in smart working tutti i giorni. "Abbiamo presentato importanti progetti e iniziative legati al biometano, idrogeno ed elettrico e soprattutto delle proposte importanti per semplificare le procedure, per mettere a terra il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza".

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast