Truffa milionaria durante il lockdown, 13 indagati a Padova

27 set 2021

Nella sua abitazione in uno dei quartieri più esclusivi di Milano, i finanzieri hanno trovato una gigantografia di Al Pacino, nei panni di Tony Montana, protagonista del film Scarface. William Alfonso Cerbo, principale indagato nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Rovigo per una serie di truffe ai danni di decine di imprenditori, durante il primo lockdown nel 2020. Secondo gli investigatori avrebbe legami con il clan Mazzei di Cosa Nostra. Il blitz degli uomini della Guardia di Finanza di Padova è scattato nella notte tra domenica e lunedì. 13 indagati e tre arresti, truffa e associazione per delinquere, le ipotesi di reato. Approfittando della recessione, dovuta alla chiusura generale del 2020 a causa della diffusione del Coronavirus, grazie all'assistenza di due professionisti della provincia di Padova, il gruppo aveva alterato i bilanci di due aziende precedentemente acquistate e attraverso degli insospettabili prestanome, le aveva rigenerate anche se di fatto inattive, facendole risultare finanziariamente in salute, potendo così acquistare merci per milioni di euro senza mai pagare le fatture. Le due società gestite dal gruppo, avevano fatto incetta soprattutto di prodotti agroalimentari e di elettronica, merce poi rivenduta in tutta Italia per un giro d'affari quantificato in almeno un milione e mezzo di euro.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast