UK-Israele, riaperture solo dopo immunizzazione di massa

15 apr 2021

Gente per strada e nei parchi fiumi di birra parvenza di normalità, immagini che arrivano dal Regno Unito dove dopo quattro mesi di lockdown rigidissimo, dal 12 aprile hanno riaperto pub e ristoranti ma Boris Johnson ha messo in guardia i suoi concittadini, nonostante il successo delle vaccinazioni di ultracinquantenni e fragili, il grosso del lavoro contro la pandemia è stato fatto dalle chiusure e dunque man mano che saranno tolte le restrizioni, contagi ricoveri e decessi purtroppo torneranno a salire, per questo l'allentamento sarà graduale, ha detto il Premier che ha invitato tutti a continuare a essere cauti. D'altra parte anche Israele ha mantenuto a lungo una rigido lockdown, le prime riaperture solo nella seconda settimana di marzo quando quasi il 60% dei cittadini aveva ricevuto almeno una dose, a quel punto il numero di morti giornaliero era sceso dell'85% rispetto ai picchi di inizio anno. La lezione da chi sta più avanti insomma è che bisogna attendere se non l'immunità di gregge al 70 80% di immunizzati, almeno la cosiddetta immunità di massa, ovvero la protezione di oltre la metà della popolazione. Cifre ancora lontane nell'Unione Europea, non è un caso che in Germania dove il numero di morti giornaliero è comunque ben inferiore a quello Italiano, la Cancelliera Merkel stia sfidando i Presidenti degli Stati Regionali per imporre nuovi lockdown nelle zone più colpite, il tasso di vaccinazione nel paese è grosso modo simile al nostro così come in Francia dove è in corso il terzo confinamento rigido, con chiusura delle scuole e coprifuoco dalle 19. Prime riaperture in corso invece in Spagna mentre in Belgio bar e ristoranti chiusi ininterrottamente da ottobre, torneranno in attività solo tra un mese, solo all'aperto e solo se sarà immunizzata la quasi totalità degli ultrasessantacinquenni. Discorso a parte la Svezia che come si sa non ha mai scelto la via del lockdown, un anno dopo il numero di morti per popolazione è otto volte quello della Finlandia e dieci volte la Norvegia.

pubblicità
pubblicità