Vaccini Covid, si accende dibattito scientifico

23 nov 2020

Il dibattito sui vaccini si è acceso. Alcuni autorevoli esponenti della comunità scientifica chiedono chiarezza sui dati. Noi proviamo a rispondere ad alcuni dubbi. La sperimentazione avviene in tre fasi, in ogni fase, aumenta il numero dei volontari che si sottopone alla vaccinazione. In questo caso le aziende produttrici, AstraZeneca, Moderna, Pfizer e le altre sono state autorizzate a mandare i dati man mano che ne entravano in possesso agli organismi che dovranno autorizzare la distribuzione. Alla fine del percorso, di fatto, l'Agenzia Europea del Farmaco, la Food and Drug Administration negli Stati Uniti stanno lavorando con le loro task force da mesi sui dati forniti progressivamente dalle compagnie. Perché allora sono pubblici i risultati della fase tre di alcuni candidati vaccini e non sono pubblici, invece, i dati con cui si è arrivati a questi risultati? Perché il mondo della comunicazione industriale e quello dei tecnici parlano lingue diverse. Pfizer, Moderna, AstraZeneca, hanno detto che i loro prodotti sono efficaci per ragioni commerciali, ma l'ultima parola spetta alle agenzie. Ogni volta che un farmaco viene autorizzato, e questo per i vaccini anti Covid è un passaggio che deve ancora avvenire, i dati scientifici sono pubblicati ed è pubblicata la metodologia che ha portato all'approvazione. Insomma, la sintesi è questa. Se avremo un vaccino in farmacia a gennaio i dati a disposizione della comunità scientifica e delle popolazioni ci saranno sicuramente.

pubblicità