Vaccino, accordo per somministrazioni farmacie lombarde

26 gen 2021

Per alcuni la farmacia di quartiere è un punto di riferimento importante per la propria salute, il farmacista un volto familiare. Sapere di potersi rivolgere a lui a pochi passi dalla propria abitazione potrebbe fare la differenza quando partirà la fase 2 della campagna anti covid, quella che prevede la vaccinazione di massa. Le persone ci conoscono, sanno che la farmacia è un luogo sicuro, ci sono dei professionisti seri e la farmacia soprattutto è vicino alla casa di ognuno di noi e quindi io penso che sarà veramente utile, aumenterà la copertura vaccinale perché noi sappiamo parlare con le persone, vaccinarsi è molto importante. L'accordo siglato tra Lombardia e le farmacie prevede che la regione riconosca 6 euro a puntura, l'adesione sarà su base volontaria. Si potranno fare in farmacia le vaccinazioni per il Covid e si potranno fare in generale le vaccinazioni sotto la supervisione di un medico e di personale sanitario. Una prima sperimentazione potrebbe partire subito con le dosi di vaccino antinfluenzale acquistate e inutilizzate nei magazzini. Secondo gli ultimi calcoli del Pirellone ci sarebbero circa 600000 dosi di cui la metà spray per i minori.

pubblicità
pubblicità