Vaccino, Astra Zeneca riduce del 10-15% le consegne

21 feb 2021

Tra il 10 e il 15% di dosi consegnate in meno. A comunicarlo è AstraZeneca, che venerdì avrebbe dovuto far arrivare in Italia 560000 dosi di vaccino, invece ne ha recapitate 60000 in meno. Le regioni più interessate sono Lazio con 9000 dosi in meno, Emilia Romagna e Sicilia entrambe a meno 5 mila, poi anche tutte le altre regioni in proporzione, dove è cominciata la campagna vaccinazione di insegnanti, militari e agenti delle forze dell'ordine. Duro il Presidente della regione Lazio, il segretario PD Nicola Zingaretti, che ha parlato di riduzione improvvisa, gravissima. Il collega lombardo Attilio Fontana ha chiesto l'intervento del capo del Governo Draghi: "faccia sentire la sua autorevole voce in Europa per tutelare gli interessi nazionali". L'azienda britannica, che dice di essere in costante contatto con il commissario Arcuri, ha fatto sapere in una nota di essere al lavoro per rispettare l'impegno di consegnare all'Italia 4,2 milioni di dosi nel primo trimestre, con l'obiettivo di superare i 5 milioni. Il ritardo sarebbe dovuto a processi di produzione complessi. Il comunicato spiega anche, poi, che l'azienda sta fornendo dosi esclusivamente a governi o organizzazioni governative e non vi è alcuna fornitura, vendita o distribuzione del vaccino al settore privato.

pubblicità
pubblicità