Vaccino Covid-19, Ema: ok a terza dose, scelgono Stati

05 ott 2021

Ok alla terza dose ma, come sta già avvenendo, resta una scelta dei singoli Stati. Arriva con queste parole il parere dell'EMA sul booster del vaccino anti-Covid che, dice l'Agenzia Europea del Farmaco, potrà essere fatto anche con il siero Moderna e nelle prossime settimane, si valuterà anche l'opzione di un richiamo per il vaccino sviluppato da Johnson. L'obiettivo dell'EMA oltre ai vaccini, è però soprattutto quello di autorizzare nuove terapie anti-Covid entro l'anno. Nei prossimi giorni decideremo se avviare una revisione in tempo reale sul Molnupiravir, ha detto Marco Cavaleri, Responsabile della Strategia Vaccinale dell'Agenzia Europea. E cioè, il trattamento sviluppato da Merck, che pare al momento la più avanzata tra le sperimentazioni di una pillola contro il SARS-CoV-2. Anche AstraZeneca intanto, ha presentato all'Agenzia Americana del Farmaco, la richiesta per l'uso di un mix di anticorpi monoclonali. Due questioni, quella della terza dose e dei farmaci anti-Covid, che sembrano più che mai fondamentali di fronte ai dati pubblicati da The Lancet: l'efficacia del vaccino Pfizer, rispetto al contagio, diminuirebbe dall'88 al 47% nell'arco di 6 mesi. Ed è proprio in base a questi numeri, che molti Paesi hanno cominciato a somministrare le terze dosi. Ma anche secondo questo nuovo studio, i vaccinati continuerebbero a restare molto ben protetti, contro gli effetti più gravi.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast