Vaccino in gravidanza, le mamme dicono: vogliamo farlo

23 gen 2021

Diventare mamme in un momento così complicato dal punto di vista sanitario non è facile. Ci sono le ansie di qualsiasi gravidanza ma amplificate e i dubbi che si insinuano e a fatica se ne vanno. Questa donna è appena diventata mamma per la seconda volta, ma durante la pandemia e dopo avere anche contratto il covid. Sto allattando e ho richiesto di poter effettuare la vaccinazione. Mi è stato detto che essendo in allattamento non potevo effettuare il vaccino. Tutti concordano che attualmente non ci sono delle vere controindicazioni a effettuare il vaccino sia in gravidanza che in allattamento. La maggior parte, direi quasi la totalità delle donne in gravidanza e allattamento mediche, quindi il dottore è sia in gravidanza che in allattamento, ha deciso di intraprendere comunque la vaccinazione. Ovviamente ogni caso è a sé, non c'è solo la volontà di difendersi dal covid, ma c'è anche uno spirito scientifico. Alcune donne hanno dei dubbi, ma tra le indicazioni dell'Istituto Superiore di Sanità, nel documento datato 8 gennaio 2021, si legge: gli studi condotti finora non hanno evidenziato né suggerito meccanismi biologici che possano associare i vaccini a MRNA ed effetti avversi in gravidanza. E le evidenze di laboratorio sugli animali suggeriscono l'assenza di rischio da vaccinazione. Ne riparliamo però con chi conosce bene la materia. Tranquillità e ragionevolezza nel decidere quale tipo di paziente gravida vaccinare, tranquillità nel vaccinare le pazienti in allattamento e tranquillità nel vaccinare le pazienti che stanno cercando di ottenere una gravidanza. sapendo che ci sono dei gruppi a rischio, pazienti con patologie pregresse. Incontriamo un'altra giovane mamma che con la stessa sicurezza della precedente, ci dice "io il vaccino lo voglio." Tutti i vaccini hanno dei rischi, anche l'antinfluenzale ha dei rischi, tutti, perciò... tante malattie sono state debellate con il vaccino e non vedo perché il coronavirus non debba essere una di queste. Dunque per quanto possano non esserci moltissimi studi, i pareri a questo punto sono chiari. E chi ribatte che nel bugiardino del vaccino ci sia stato scritto in precedenza "non somministrare in gravidanza" il dottor Ragusa risponde: se andiamo a guardare la stragrande maggioranza delle molecole in commercio nel prontuario farmaceutico italiano, c'è scritto "non assumere in gravidanza". Direi di discutere con i medici che seguiranno la futura gravidanza o la gravidanza già in atto, analizzare il rapporto costi-benefici e tutto sommato stare tranquilli anche sulla tipologia dei vaccini messi in commercio.

pubblicità