Vaccino Johnson&Johnson, attesa per approvazione dell'Ema

11 mar 2021

Dovrebbe arrivare ad ore la decisione, il disco verde da parte dell'Ema, l'agenzia europea per i medicinali, al quarto vaccino per l'Europa. Chi lo produce, Janssen che fa parte del gruppo Johnson & Johnson. Sono, e così entriamo maggiormente nei particolari, 400 milioni le dosi acquistate dall'Unione europea, per 7 euro a dose, quindi per tutti i paesi d'Europa, come avrete letto o sentito e come stavamo dicendo, sono poco più di 7 milioni le dosi che dovrebbero arrivare qualora i patti siano rispettati all'Italia entro giugno, per un totale, nell'arco di tutto il 20/21 di 27 milioni di dosi. Ecco perché è fondamentale dire che da Johnson & Johnson dovrebbe davvero arrivare una iniezione fondamentale per quanto riguarda la campagna vaccinale del nostro Paese. Un vaccino che sarà il primo monodose, non serve il richiamo, ma basta una dose, questa è un'altra questione fondamentale. Lo studio sperimentale al quale è stato sottoposto ha previsto un campione una popolazione di 15000 persone tra i 18 e i 60 anni di cui, come vedete, il 41% almeno con una patologia cronica, questo dunque il campione, mentre sta per partire lo studio anche per gli under 18. E cosa ha detto questo studio sperimentale, ha detto che questo vaccino di Johnson & Johnson è efficace al 100% contro la morte, quindi l'ospedalizzazione, quindi le condizioni più severe, le forme più gravi, l' 85% di protezione, da una copertura base del 66% ed è anche efficace contro la variante sudafricana, guardate, ha il 57 %. Altra questione fondamentale è anche la conservazione, basta conservarla a -20, basterebbe sostanzialmente un normale congelatore anche di casa, mentre una volta scongelato resiste per 3 mesi nelle temperature tra i 2 e gli 8 gradi, davvero in un frigorifero domestico. È tutto.

pubblicità
pubblicità