Venezia cerca la ripresa con le festività

23 nov 2021

"Ho un'edicola, ho molta gente soprattutto nei fine settimana. Speriamo bene che dura fino a Natale". Dopo un 2020 disastroso e una prima parte del 2021 comunque difficile Venezia sembra aver agganciato la ripresa. Gli imprenditori del turismo guardano con ottimismo al periodo natalizio. L'imminente introduzione del Super Green Pass e soprattutto l'aumento dei contagi delle ultime settimane, almeno per il momento, non hanno provocato la tanto temuta ondata di disdette. "Il tasso di occupazione nei weekend è dell'80%, nei midweek è del 50%. Lo sappiamo all'ultimo momento perché il last-minute ormai predomina però per adesso il mercato continua a tirare. Poche disdette e speriamo che continui così". Il mercato regge dunque. Nella città più bella del mondo, dalla scorsa estate, la richiesta è costantemente aumentata. Un turismo diverso rispetto al periodo pre-Covid, perlopiù di prossimità. Per il turismo internazionale, quello più importante per le casse della città, bisognerà attendere il 2023. "Viviamo con un turismo di prossimità. Voi sapete che i nostri turisti principali erano quelli d'oltreoceano e quelli li vedremo probabilmente nel 2023. Una questione di voli più che di pandemia. Nel 2022 seguiremo probabilmente lo stesso indice di questo 2021, solo che non avremo sei mesi di lockdown iniziali. Quindi la situazione è in ripresa e speriamo che continui in ripresa perché ricordiamo che Venezia vive solo di turismo".

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast