Virus, Anac: da corruzione mafie effetti devastanti

02 lug 2020

L'emergenza sanitaria prima, le difficoltà economiche poi e la mafia che ha già iniziato ad allungare i propri tentacoli approfittando della situazione emergenziale in corso in Italia. La denuncia arriva dall'ultima relazione annuale dell'autorità anticorruzione che rileva un progressivo aumento del trend del fenomeno corruttivo con effetti devastanti, si legge sul sistema economico sulle imprese sane già pesantemente colpite dalla crisi. Nell'ultimo anno i provvedimenti di interdittiva antimafia sono stati 633 che significa un più 10% rispetto all'anno precedente. Un effetto a catena direttamente legato anche alla flessione degli appalti, per esempio, scesi del 24% per un valore di quasi 19 miliardi in meno nei primi 4 mesi di quest'anno va peggio al Nord, dove la flessione rispetto allo stesso periodo dello scorso anno è stata del 50% che significa meno 14 miliardi. Un dato quest'ultimo che sulla flessione nazionale pesa per l'80%. A leggere i numeri e indicare la linea il Presidente dell'autorità nazionale anticorruzione, Francesco Merloni, che sulla scia del suo predecessore, Raffaele Cantone, rigetta le resistenze, accompagnate da tentativi di dipingere l'Anac come un intralcio e lancia l'allarme anche su quella che definisce l'abnorme lievitazione dei prezzi dei dispositivi di protezione individuale rispetto a quelli ante emergenza, con una ulteriore forte variabilità nella qualità e negli stessi prezzi sul territorio nazionale. Per l'emergenza Covid nel nostro Paese sono già stati spesi 3 miliardi di euro, il 70% proprio per i dispositivi di protezione individuale. Oltre un miliardo per le mascherine, mentre solo il 3% è stato speso per i tamponi. Spesa che per poco più di un terzo è stata gestita a livello centralizzato nazionale, mentre per la parte restante, pari al 61% è stata gestita a livello regionale.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.