Virus, ISS: 26% di nuovi casi nella fascia under 20

26 dic 2021

Il virus continua a camminare anzi a correre e a testimoniarlo è il numero di positivi registrati in questi giorni di festa. Cifre mai toccate dall'inizio della pandemia. Il Covid è tornato a fare paura ma è anche vero che il vaccino, a un anno dal suo arrivo, ha ridotto notevolmente la forza con cui la malattia colpisce e a dirlo è il confronto con lo scorso anno. La media dell'ultima settimana, per i ricoveri, è di 8.892 unità al giorno contro le oltre 23.000 del 2020, mentre quella dei decessi sfiorava allora le 500 vittime quotidiane. L'ultimo report esteso dell'Istituto Superiore di Sanità è chiaro. Il rischio di finire in terapia intensiva, per i non vaccinati rispetto a chi ha la terza dose, è 85 volte maggiore per gli over 80, 12,8 volte maggiore per la fascia 60-79 anni e 6,1 volte maggiore per la fascia tra i 40 e i 59 anni. Nell'ultima settimana inoltre il 26% dei casi totali diagnosticati, poco più di un quarto del totale, riguarda la popolazione in età scolare sotto i 20 anni. Intanto proseguono i controlli dopo l'introduzione delle nuove misure restrittive introdotte dal Governo. Oltre 92 mila le persone controllate alla vigilia e quasi 65 mila a Natale con più di 400 sanzionati nei due giorni di festa.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast