Virus, la mutazione nei visoni mette a rischio i vaccini

06 nov 2020

Quei 12 casi in Danimarca allarmano. Sono persone che sono state infettate da quel ceppo mutato del coronavirus che ha spinto il Paese nelle scorse ore a decidere di abbattere milioni di animali negli allevamenti e il pericolo viene dal fatto che la cosiddetta variante cluster 5 del virus ha dimostrato di essere meno sensibili agli anticorpi. Reazione preoccupante che metterebbe a rischio l'efficacia dei vaccini allo studio nel caso questa variante dovesse diffondersi. Oltre al lock down generale, il governo danese ha decretato restrizioni speciali per 280000 persone nel nord dello Jutland dove 207 allevamenti di visoni sono risultati i focolai di varianti del coronavirus nel visone che può essere trasmessa anche all'uomo. Lock down strettissimo in queste aree con l'obbligo di rimanere a casa, chiusura di tutte le attività commerciali e l'abbattimento di massa di ben 17 milioni di visoni da pelliccia di cui la Danimarca è uno dei maggiori esportatori al mondo. L'impatto della misura sull'economia del Paese è quasi di 700 milioni di euro.

pubblicità