Virus, mascherine obbligatorie nei negozi a Ferrara

08 apr 2020

Quel cartello serve a chi vuole entrare senza mascherina, gliela posso fornire anche io. Il comune di Ferrara ci ha dato queste mascherine da dare proprio, da distribuire. A tabaccai, farmacie e supermercati, le abbiamo. Chi ne è sprovvisto può ritirare la mascherina gratuitamente, perché all'interno dei negozi e degli uffici aperti al pubblico è obbligatorio indossarla, ma ci si può coprire naso e bocca in alternativa anche con un foulard o una sciarpa. A Ferrara una misura ulteriore rispetto ai provvedimenti nazionali e regionali. L'ha adottata con un'ordinanza il Sindaco, per fronteggiare il coronavirus. Abbiamo fatto questa scelta perché ci è stato chiesto da tanti operatori. Il comune circa 10 giorni fa ha acquistato 150000 schermi protettivi. Vari volontari, la maggior parte sono consiglieri comunale o assessori, ovviamente, in questa sala che è stata sanificata con i guanti, con tutti gli strumenti idonei le stanno imbustando. Al singolo nucleo famigliare vengono consegnate tre mascherine dentro la busta. Il numero contagi di Covid-19 nella provincia di Ferrara è tra i più bassi in Emilia Romagna. Chi non rispetta l'obbligo della mascherina rischia una multa da 400 a 3000 euro. C'è tanta gente che ancora, purtroppo, non lo capisce che mette a rischio me, la mia famiglia, la loro famiglia, le altre persone che sono in giro. La gente, insomma, a volte è un po' insofferente, non capisce perché entra con la mascherina ma poi se la toglie e bisogna dirgli di metterla. Mi sto spostando da un ufficio all'altro, quindi uso la sciarpa. Quando sono in un luogo che ho di fronte delle altre persone, o magari sto lavorando ho la mascherina uso la mascherina. In città al via anche la distribuzione di buoni spesa per chi è in difficoltà. Abbiamo iniziato a raccogliere le domande a seguito del decreto del Presidente del Consiglio che ci ha già segnato 697000 euro da dare, ovviamente, alle famiglie che sono in crisi a causa dei provvedimenti contro il coronavirus. Oggi inizia la distribuzione dei primi buoni. Sono buoni da 20 euro ciascuno, sono nominali per un massimo a nucleo familiare di 300 euro al mese. Le persone andranno negli esercizi commerciali convenzionati che sono identificati da manifesti di questo tipo. Abbiamo dato delle priorità, alle persone che hanno perso lavoro, agli stagionali, ai cassintegrati, a chi ha perso un familiare, chi ha dei portatori di handicap o delle persone con delle patologie nel proprio nucleo.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.