Virus, Musumeci: scelta immotivata e iniqua

05 nov 2020

Una scelta assurda, irragionevole. È questo il commento a caldo del governatore siciliano Nello Musumeci al DPCM che ha dichiarato zona arancione la Sicilia. Una regione in semi lock down, ma dove, sostiene il governatore, il virus viaggia lentamente rispetto ad altre regioni in cui i casi sono più del triplo di quelli registrati in Sicilia e dove i provvedimenti presi sono stati più blandi. In questo modo, ha sottolineato Musumeci, si uccidono piccole e medie imprese siciliane che dopo quest'ennesima batosta, difficilmente potranno rialzarsi. Io non polemizzo, dico che anche un bambino mettendo a confronto i dati della Sicilia con quelli di altre regioni d'Italia che sono rimaste gialle capirebbe che si è trattato di una scelta a nostro danno assolutamente immotivata ingiusta, iniqua, priva di ogni fondamento scientifico mi permetto di dire, perché i numeri parlano con estrema chiarezza. La Sicilia non meritava questa penalizzazione, tenuto conto dello sforzo che la sanità siciliana ha compiuto nelle ultime settimane in termini di reclutamento di personale, di screening, di isolamento dei positivi, col drive-in abbiamo chilometri di fila di siciliani che vanno a fare il tampone. Abbiamo ancora centinaia di posti in terapia intensiva liberi, abbiamo programmato 2500 posti letto per i positivi non bisognosi di particolari cure. È davvero inspiegabile questo provvedimento, Nello Musumeci ha chiesto spiegazioni al premier Conte e al Ministro Speranza, ma per il momento dovrà adeguarsi alle scelte fatte dal governo centrale.

pubblicità