Virus, regioni a rischio e mini lock down

18 feb 2021

I colori non hanno funzionato, è Massimo Galli, direttore malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano, a dirlo, ma l'Italia rischia di cambiarli di nuovo e a breve e non certo in meglio a causa delle varianti del virus. In alcune regioni la situazione epidemiologica è in peggioramento e potrebbero quindi passare dall'attuale zona gialla a quella arancione. Sono Lombardia, Emilia Romagna e Marche, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Lazio. Abruzzo e Umbria invece, temono la zona rossa. La strada è quella dei mini lock down per tentare il contenimento delle varianti, come per i comuni di Bollate, in provincia di Milano, Castrezzato Brescia, Mede Pavia, Viggiù Varese. Chiusure anche a Pescara e Chieti, in 28 comuni del basso Molise, vicino a Termoli e Rocca Gorga in provincia di Latina. A colpire in questa situazione i numeri della Val d'Aosta, sarebbero da zona bianca, l'unica al momento in Italia. La piccola Regione alpina per la terza settimana consecutiva ha meno di 50 nuovi contagi ogni 100000 abitanti. Con il passaggio in zona bianca decadrebbero i divieti e chiusure di palestre, cinema, teatri, oltre che l'efficacia del Dpcm che blocca lo sci amatoriale fino al 5 marzo.

pubblicità
pubblicità
I podcast di sky
I podcast di sky
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast