Vittoria, 11enne in pericolo di vita: inchiesta su soccorsi

13 lug 2019

La vita di Simone, 11 anni, è appesa ad un filo. Da giovedì notte è ricoverato in una stanza del reparto di rianimazione del Policlinico di Messina. Gli sono state amputate le gambe, dopo che un'auto ha travolto lui e il suo cuginetto più piccolo Antonio, che non ce l'ha fatta. L'auto che li ha investiti era guidata da un pregiudicato di Vittoria, Rosario Greco, risultato positivo al test dell'alcool e della droga. Nelle immagini, riprese da alcune telecamere, si vede il momento dello schianto. La vettura nera corre a folle velocità, tra le stradine nel Paese Ragusano. L'autista perde il controllo, travolge i ragazzini che giocavano davanti la porta di casa e finisce la sua folle corsa contro il muro. In quattro scendono dall'auto e vengono raggiunti dalla folla, tra loro la mamma di Alessio, che in preda al panico, strappa dalle mani di Rosario Greco il cellulare per chiamare il 118. Arrivano i soccorsi, ma per uno dei bambini è troppo tardi. Rosario Greco e gli altri occupanti dell'auto, due pregiudicati e un incensurato, scappano. Avevamo paura di essere linciati, racconteranno poi alla polizia, che li ha immediatamente rintracciati ed arrestati. L'autista, rampollo della famiglia mafiosa della zona, è accusato di omicidio stradale. Gli altri invece di omissione di soccorso. La Procura di Ragusa intanto, ha aperto anche un'altra inchiesta per verificare la velocità di soccorso da parte del 118. Nel registro degli indagati, come atto dovuto, ha precisato il PM Andrea Sodani, che ha disposto l'autopsia sul corpo di Antonio, sono stati iscritti il medico e l'infermiere dell'ambulanza.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.