Zone di rischio Covid, otto Regioni cambiano colore

05 dic 2020

L'Italia cambia colore da questa domenica, Toscana, Campania, Val d'Aosta, la provincia autonoma di Bolzano entrano in fascia arancione, Emilia Romagna, Friuli, Marche, Puglia, Umbria diventano zone gialle. Nella morsa del rosso rimane per ora solo l'Abruzzo. Ciò che rimane costante, invece, sono le polemiche perché il nuovo Dpcm del Governo ha scelto la linea dura e alcuni governatori puntano i piedi. Soprattutto sul periodo delle vacanze natalizie, sottolineando pericolo di esodi anticipati e chiedendo di diversificare le norme sugli spostamenti vietati tra comuni, viste le differenze tra le grandi città e piccoli centri. Il Ministro della Salute Speranza difende la prudenza delle scelte del governo che punta a non ripetere gli errori dell'estate. Bisogna fare ancora sacrifici. Siamo finalmente sotto l'1, è un primo segnale, non è finita. Ancora c'è una partita difficilissima in corso. Ora il tema è continuare con misure che ci consentano di non vanificare gli sforzi di queste settimane. Anche nella maggioranza si alimentano i distinguo sulle misure che vestiranno il periodo natalizio con maglie strettissime. Italia viva chiede che i centri commerciali possano aprire anche nei weekend. Nell'opposizione Salvini parla di scelte immorali sul Natale. Chiediamo a Conte di fermarsi col suo furore ideologico, di riflettere, di ascoltare, di capire le esigenze e le difficoltà, le sofferenze, le speranze, è immorale assurdo, sbagliato chiudere in casa gli italiani anche nella notte più bella dell'anno, quella di Natale. Sarà sicuramente un Natale diverso, unico nella sua drammaticità, dice il professor Brusaferro, commentando i dati settimanali dell'istituto superiore di sanità, L'indice R con T è sceso sotto 1 a livello generale, ma è solo l'inizio del contenimento del virus. Prima di arrivare al Natale, ammoniscono gli scienziati, ci sono ancora 20 giorni di battaglia in cui bisogna fare di tutto per piegare la curva dei contagi.

pubblicità