È italiano il robot che farà i pacchi di Amazon

14 mag 2019

Arriva dall'Italia la tecnologia che sta rivoluzionando il mondo delle spedizioni di Amazon. Si tratta di macchinari in grado di impacchettare dalle 600 alle 700 scatole all’ora, velocizzando il lavoro dalle quattro alle cinque volte rispetto a quanto potrebbero fare degli operai. La decisione ha scatenato polemiche e preoccupazioni negli Stati Uniti per l'imminente perdita di posti di lavoro. Amazon, secondo quanto riferisce l'agenzia Reuters, avrebbe preso in considerazione l'idea di installare due di questi macchinari in 55 magazzini, sostituendo così, con la tecnologia, 24 lavoratori per magazzino. In tutto un taglio di circa 1.300 posti di lavoro negli Stati Uniti. Recupererebbero cosi il costo dei macchinari, circa un milione di dollari l'uno, in meno di due anni. Il colosso dell'e-commerce si difende con un tweet del suo vicepresidente, che spiega che il punto è che la scelta è più ecologica, perché questa tecnologia permette di risparmiare cartone e che per i posti di lavoro non ci si dovrebbe preoccupare, dato che, dice, il nostro problema principale è quello di trovare sufficiente personale in grado di svolgere il lavoro che abbiamo e stiamo creando. Il robot in questione si chiama CartonWrap e lo vediamo in questo video, preso dal sito web della CMC, l'azienda di Città di Castello che lo produce. Il processo non è totalmente automatizzato, perché qualcuno deve caricare gli oggetti da spedire, la macchina poi costruisce il pacchetto su misura intorno ad ogni oggetto. La CMC, un’azienda familiare fondata nel 1980, che dà lavoro a circa 200 persone non commenta la notizia. Le loro macchine sono già state testate da altre società che si occupano di commercio elettronico e dalla multinazionale, di grande distribuzione, Walmart.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.