Ansaldo Energia presenta turbina a gas più potente d'Italia

17 nov 2020

Il nome tecnico è GT 36, più facile e d'impatto il soprannome Monte Bianco. Espressione di grandezze e potenza. È pronta la turbina a gas più grande d'Italia realizzata negli stabilimenti di Genova. La macchina più potente mai prodotta da Ansaldo Energia, lascia il cantiere di Cornigliano per essere consegnata ad Edison, da tempo impegnata nella sfida della transizione energetica nazionale. La sua forza è nei numeri. Il primo e più importante sono i suoi 538 megawatt di potenza, sufficienti per fare un esempio a sopportare il consumo di energia elettrica di quasi 500000 appartamenti. La maxi turbina andrà ad alimentare l'impianto di porto Marghera, che potrà così raggiungere una potenza elettrica complessiva di 780 MW e un rendimento energetico pari al 63%, il più alto, reso disponibile oggi dalla tecnologia, con un abbattimento delle emissioni di CO2 del 40% rispetto alla media dell'attuale parco termoelettrico italiano. Monte Bianco peraltro è già pronto per un futuro utilizzo dell'idrogeno. A regime, secondo i vertici di Ansaldo, l'impianto sarà il più efficiente d'Europa. Per l'Italia è invece già oggi il risultato di un grande sforzo innovativo e tecnologico nell'ambito del piano industria 4.0 compiuto nonostante le difficoltà causate dalla pandemia. Grazie anche a un accordo sindacale firmato a maggio abbiamo potuto lavorare nei weekend durante tutto agosto e non fermarci mai. Io credo che fosse nostro dovere anche nei confronti del Paese tenere la barra dritta, contribuendo alla tenuta del sistema industriale del Paese. Ed è per questo che oggi l'uscita della nostra turbina ha un significato particolarmente profondo.

pubblicità