Balzo del Pil, migliora l'occupazione

30 lug 2021

L'economia italiana ha marciato a buon ritmo negli ultimi mesi, forse meglio del previsto, complice anche l'allentamento delle restrizioni contro il Covid. Ma siamo ancora lontani dal recuperare la pesante recessione che c'è stata l'anno scorso. Il prodotto interno lordo è cresciuto fra aprile e giugno del 2,7% rispetto ai primi 3 mesi di quest'anno e secondo le stime preliminari dell'istat il balzo è stato di oltre 17 punti nei confronti del secondo trimestre del 2020, quando però molte fabbriche e uffici erano fermi o erano ripartiti da poco a causa del lockdown. In quel periodo il PIL era sprofondato e ora forse è troppo presto per cantar vittoria. Anche perché per centrare una crescita del 5% a fine anno, come atteso, bisognerà ancora fare i conti con l'andamento dell'epidemia. Viaggiamo comunque in linea con le altre maggiori economie europee. Segnali positivi arrivano anche dal mercato del lavoro. A giugno l'occupazione è cresciuta, confermando la ripartenza iniziata a febbraio ed è diminuito il tasso di disoccupazione, sotto la soglia del 10%. Ma in Europa peggio di noi fanno solo Grecia e Spagna. Nel nostro paese, negli ultimi cinque mesi, le persone con un lavoro sono 400 mila in più. Ma rispetto ai livelli precedenti all'inizio dell'emergenza sanitaria, i posti persi sono oltre 470 mila. Se andiamo a un anno fa poi vediamo che ad aumentare sono soprattutto i contratti a termine, con una velocità tripla rispetto agli assunti a tempo indeterminato. Situazione più drammatica per gli autonomi. L'emorragia in questo caso non è finita.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast