BCE: stime 2020 migliorano ma stimoli ancora necessari

10 set 2020

Gli ultimi dati suggeriscono un forte rimbalzo dell'economia europea, ma sulla ripresa pesa l'incertezza circa l'evoluzione della pandemia che frena consumi e investimenti, dice la Presidente della Bce, Christine Lagarde. L'istituto di Francoforte, come da previsioni, ha lasciato i tassi invariati e confermato il piano di emergenza di acquisto di titoli di Stato che – aggiunge Lagarde – sarà probabilmente usato interamente, visto che è ancora necessario un ampio stimolo monetario. La Bce rivede, però, in meglio le stime sul Pil dell'eurozona per quest'anno, il calo dovrebbe essere dell'8 per cento, contro l'8,7 previsto a giugno. In particolare, è atteso un forte rimbalzo dell'economia nel terzo trimestre. Quanto al rafforzamento dell'euro sul dollaro, delle ultime settimane, dovuto al cambio di passo della Fed, e che rischia di compromettere l'export europeo, la questione è stata discussa dalla Bce, ma – ha ripetuto più volte la Presidente – il tasso di cambio non è un obiettivo della nostra politica monetaria. Il nostro mandato è la stabilità dei prezzi, dice Lagarde, ma certo, vediamo pressioni negative e monitoreremo attentamente il cambio dell'euro, perché il suo rafforzamento ha effetti sull'inflazione. Apprezzamento, invece, per il Piano Next Generation stabilito a livello europeo e per le misure di rilancio messe in campo dai singoli Paesi, misure che, però, per essere davvero efficaci, dovranno essere ben mirate e temporanee.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast